Il sito italiano di fotografia ferroviaria----

 

di Stefano Paolini-----

Questo mese ...
   Online GENNAIO
Archivio immagini
   40.000 foto, divise per tema
OLDIES: foto d'epoca
   Indice per autore e mezzo
Wallpapers
   Per il tuo desktop!
Forum On Rail!
   Topics e oltre 50.000 foto
Photorail su Facebook
   Immagini e discussioni su FB
Photorail su Flickr
   Una selezione di fotografie
Agenda Treni Storici
   Date e orari dei treni speciali!
Rotabili parco storico
   La situazione aggiornata
Rotabili ferrovie private
   IF, private e tranvie
Photorail GEO
   Guida ai punti fotografici
Articoli mensili
   2001-2008: storia e foto
Motore di Ricerca
   Cerca le tue loco preferite!
Links
   Siti di foto da tutto il mondo

Ci siamo appena fatti gli Auguri per un Anno Nuovo. Migliore anche ferroviariamente del precedente. Invece inizia da schifo: in una Regione a cui non interessa nulla il trasporto ferroviario, il turismo "slow", culturale, a cui interessa solo il clientelismo e gli autobus, dal 1° Gennaio si rischia una delle infamità più ignobili che si possano architettare. Il Ministero dei Trasporti ha deciso di applicare da un giorno all'altro normative molto simili a quelle di ANSF, senza nemmeno immaginare i disastri occupazionali e di mobilità che avrebbe causato. I passaggi a livello privati, non protetti da barriere o da cancelli con lucchetto, sono la leva per permettere ai padroni degli autobus di chiudere con un sottile sotterfugio tutta la rete a scartamento ridotto dell'isola. Prima a cadere la Macomer-Nuoro. Una soluzione tampone a decenni di mancati investimenti nelle ferrovie è stata provata: assumere casellanti che come nell'800 presenzino i suddetti PL. Per ora la toppa funziona, fino a nuove contestazioni dal Ministero che si spera mai arriveranno. Le linee sassaresi, quelle di Macomer e quelle a nord di Mandas rischiano così in un colpo di essere cancellate dalle mappe. Parliamo delle linee aperte per servizio regolare perchè a tutt'oggi nulla è stato previsto per risolvere lo stesso problema lungo le tratte del disgraziato Trenino Verde. E così anche un PL come quello in foto, dove l'unico a servisene pare essere un maiale, si spera avrà le sue sbarre e le sue luci lampeggianti. Foto Stefano Paolini.  

Pubblicità-------------Collaborazioni------------Contatti----------